[Ma'taərə]

La scuola materana

typewriter

Siti WordPress, collaborazioni altisonanti e personalità malcelate: viaggio nel vivaio materano della cronaca sportiva.
di Benedetto Lamacchia Acito

C’è chi si commuove, chi sogna in grande, chi, da buon materano, già guarda oltre i festeggiamenti e presagisce imminenti scherzi della malasorte: c’è tutto un popolo dietro il carro trionfale del Matera Calcio tornato in Lega Pro. Tra cori e striscioni, un gruppetto di personaggi tira fuori il taccuino: domani, quando tutto sarà tornato alla normalità, per loro si tratterà di tradurre appunti ed emozioni in periodi semplici e incisivi da dare in pasto alla materanità seduta davanti al pc o al bar col giornale messo lì per poggiarci sopra il caffè ammazza-sbornia. Sono loro, ragazzi tra i diciotto e i venti, ognuno con un modo diverso di intendere e di approcciarsi al mondo della stampa sportiva, capiscuola di quella che sembra essere una rifioritura della scuola materana. Scopriamoli insieme.

chito

Roberto Chito
Senza dubbio il più passionale e prolifico del vivaio. È cuore, corpo e spirito del sito cuorebiancoazzurro.wordpress.com (nome eloquente), testata online nata su sua stessa iniziativa. Obiettivo? Dare al tifoso materano tutti gli strumenti per saperne più di Columella su trasferimenti, partite, allenamenti, voci di corridoio e fantasie erotiche della squadra. Ad ogni ora del giorno, sette giorni su sette, senza ferie né permessi sindacali. Un servizio che manco il Napoli con l’orda di giornalisti-ultras che si ritrova.

esposito

Antonio Esposito
Il nuovo arrivato. La nuova testata online Oltrefreepress.com gli ha dato una penna e uno spazio da riempire, e lui se l’è preso tutto. Decisamente il più eclettico, spazia dal sempreverde gioco del pallone al basket con articoli sulla Bawer, arrivando finanche a coprire quelle microscopiche platee da sempre ignorate dal mercato giornalistico, come i seguaci della pallatamburello. Condivide con Chito l’acceso trasporto emotivo nel raccontare le gesta delle formazioni cittadine, in grande crescita la sua firma in rete.

tritto

Giovanni Tritto
Come mamma RAI l’ha fatto. Stile pulito, chiaro, morigerato. La sua rubrica settimanale è ormai un appuntamento fisso per il lettore del giornale della Diocesi, che nei suoi trafiletti può trovare una sintesi esaustiva di quanto accaduto in settimana al Matera Calcio, accompagnata da un commento corretto e largamente condivisibile (almeno finora!), come ci si aspetta da un osservatore imperturbabile come lui. Il ponte ideale tra il giornalismo sobrio di ieri e quello diretto della società contemporanea.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...